Responsive Design è un termine che ultimamente va molto di moda nel mondo di Internet. Certo, nello spazio virtuale della Rete le novità sono all'ordine del giorno e, com'è naturale, molte di esse svaniscono con la stessa velocità con cui appaiono. Questo particolare web design trend, però, non sembra essere una di queste. Prendendo spunto da questa infografica, proviamo a spiegare perché il responsive design sia in auge già da qualche tempo e non accenni affatto a scomparire.  

Cos'è?

Il Responsive Web Design (in italiano Design Responsivo) è ciò che permette a una pagina web di adattarsi al dispositivo su cui viene visualizzata. Il suo scopo è, quindi, quello di garantire una navigazione ottimale per tutti gli utenti, indipendentemente dal fatto che stiano utilizzando uno smartphone, un tablet, un pc o qualsiasi altro dispositivo.  

Come funziona?

Il responsive design funziona in maniera semplice. Per prima cosa, per ogni utente viene identificata la larghezza dello schermo del dispositivo che sta utilizzando. Dopo di che, entrano in scena i resolution breakpoints (letteralmente “punti di interruzione della risoluzione”). Si tratta di valori di larghezza- espressi in pixel - che fungono da soglia, oltre la quale la presentazione grafica della pagina cambia. Ebbene, questi breakpoints sono impostati in modo da creare diversi intervalli, ognuno riferito a un tipo specifico di dipositivo: per esempio, generalmente gli smartphone hanno una larghezza che va da 320 a 460 pixel, i tablet dai 600 ai 768, mentre i compuer da 1024 in su. Ecco un esempio di come può variare la disposizione dei contenuti a seconda del dispositivo: responsive-design-risoluzione-dispositivi-computer-tablet-smartphone  

 Quali sono i benefici?

Oggi come oggi, il design responsivo è un elemento fondamentale del web design, assolutamente indispensabile se il vostro obiettivo è di avere siti internet facilmente accessibili e fruibili. I vantaggi per chi usa questa tecnica di programmazione non finiscono certo qui. Infatti, grazie al responsive design:
  1. Tutte le pagine del vostro sito sono disponibili, su qualsiasi dispositivo.
  2. L'aspetto generale del vostro sito è sempre ottimo.
  3. Sui dispositivi di piccoli dimensioni, non è necessario zoomare per poter leggere il contenuto.
  4. L'esperienza per gli utenti risulta più confortevole e personalizzata.
 

Non siete ancora convinti?

Per chi avesse ancora dei dubbi riguardo al responsive design e alla sua importanza, abbiamo un altro paio di considerazioni da fare:
  1. Secondo un sondaggio della Keynote Systems, il 46% degli utenti che navigano tramite dispositivo mobile riferisce di avere difficoltà a interagire con le pagine web, mentre il 44% lamenta una navigazione difficoltosa. 
  1. Anche un colosso della rete come Google consiglia ai webmaster di utilizzare il design responsivo. responsive-design-google-approved Grazie ad esso - infatti - è possibile gestire una sola versione del sito (e quindi una sola URL e un solo codice HTML) per tutti i dispositivi, mentre, per permettere alle pagine di avere una resa differente a seconda del device su cui sono visualizzate, si utilizzano le media query dei fogli di stile (CSS).

 

  In definitiva, il Responsive Web Design ha così tanto successo perché permette di creare siti reattivi, in grado cioè di ridimensionarsi e riorientarsi a seconda della risoluzione dello schermo e, quindi, di essere perfettamente fruibili da desktop, mobile, tablet e qualsiasi altro supporto. Se il vostro obiettivo è quello di avere un unico sito, fruibile da tutti gli utenti, su ogni tipo di supporto, questo è assolutamente quello che fa per voi.
Per domande, curiosità, commenti, non esitate! Scriveteci qui sotto, oppure alla nostra pagina Facebook.