Blog


Che si dice in giro?

Scopri cosa succede, ogni giorno, nell’universo digitale



Perché Tutti Meme Hanno lo Stesso Font?


perche-meme-hanno-stesso-font

Chiunque navighi su Internet si è imbattuto, almeno una volta, in un meme, cioè in un’immagine simile a quelle qui sopra. Riconoscerlo è semplice: c'è una fotografia e ci sono delle parole scritte in bianco, con contorno nero e utilizzando sempre lo stesso font. Il soggetto di queste immagini può essere praticamente di tutto: si va dai gatti, ai film, fino ai leader politici. La domanda, allora, è questa: perché tutti questi meme hanno lo stesso aspetto? La risposta ha a che fare col mondo degli affari, col web design e, ovviamente, con la tecnologia.  

Ecco a voi il font dei meme: Impact!

[caption id="attachment_1323" align="aligncenter" width="1158"]Primo Annuncio Pubblicitario per il Carattere Tipografico Impact (1967) Tratto dalla brochure originale degli anni Sessanta[/caption] Il carattere tipografico utilizzato nella stragrande maggioranza dei meme si chiama Impact. Nonostante sia considerato il font di Internet per eccellenza, in realtà esiste da molto prima: dal 1965. La creazione di Impact è merito di tale Geoff Lee, che per realizzarlo tagliò personalmente, a mano, gli stampi di metallo. Un paio di anni dopo, egli vendette la sua creatura alla Stephenson Blake, una fonderia specializzata nella produzione di caratteri tipografici. Fin da subito la Stephenson Blake puntò molto forte su questo font, con una strategia di marketing che metteva in risalto il suo pregio principale: la leggibilità. Le lettere di Impact erano state progettate proprio per risaltare agli occhi dell’osservatore. Infatti, grazie al loro spessore, potevano essere lette tranquillamente sopra a una fotografia, anche senza bisogno del contorno nero. Questa è un’immagine presa dalla brochure originale. Non sembra quasi un meme moderno? [caption id="attachment_1324" align="aligncenter" width="1000"]Il Font Impact si distingue agli Occhi dell'Osservatore (tratto dalla presentazione ufficiale del 1965) Impact è stato creato per risaltare se sovrapposto a un'immagine[/caption]  

L'approdo nell'era digitale

Quando Geoff Lee ideò Impact negli anni '60, di certo non pensava che sarebbe diventato uno dei caratteri più usati nell'era digitale. Ma c’è un motivo se ciò è avvenuto. Oltre alle lettere grandi e leggibili, infatti, Impact aveva un’altra qualità importante: l’ampia distribuzione. Negli anni 80 l’azienda Stephenson Blake decise di cambiare settore, smettendo di occuparsi di caratteri tipografici, e quindi vendette tutti i propri caratteri agli ormai ex competitor. Impact finì nelle mani di Monotype, che a sua volta, lo girò a Microsoft. Nelle mani di Bill Gates e soci esso venne dapprima inserito nel pacchetto dei “font essenziali del web” (1996) e poi incluso in tutte le versioni del Sistema Operativo Windows 98. Qui, in quanto a spessore e leggibilità, era praticamente senza rivali. Forse solo Arial Black e il tanto disprezzato Comic Sans potevano dargli del filo da torcere, ma nessuno dei due risaltava così bene sopra le immagini. L'incredibile successo di Windows 98 - che venne installato su milioni di computer in tutto il mondo - contribuì in maniera decisiva alla diffusione di Impact, il quale divenne in breve tempo uno dei caratteri di riferimento del web. I primi utenti che si cimentarono nella creazione di immagini con testo sovrapposto (quasi sempre con finalità ironiche) non impiegarono molto a capire che era quello il font più adatto ai loro scopi. La consacrazione definitiva risale al 2003, quando un meme con protagonista un gatto “affamato” fece letteralmente il giro del web: [caption id="attachment_1326" align="aligncenter" width="301"]Meme del 2003 con un Gatto decreta il successo di Impact Da notare: manca il contorno nero, ma la scritta è leggibile lo stesso[/caption] Da quel momento, Impact è diventato il font dei meme per eccellenza.  

Cosa riserva il futuro?

Alcuni tentativi di rinnovamento della struttura dei meme ci sono già stati. Ad esempio l'app Super, che dà la possibilità di inserire il testo scritto in appositi riquadri, per migliorare la visibilità. Oppure il meme generator di Vox, che permette di regolare l’ombreggiatura sullo sfondo e, di conseguenza, consente di utilizzare altri font. Ma a questo punto, il font dei meme è diventato esso stesso un meme, un fenomeno virale difficile da cancellare. Ormai tutti si aspettano di vedere un meme costruito in una certa maniera, e Impact è incluso in questa maniera. Per dirlo con un'immagine: [caption id="attachment_1327" align="aligncenter" width="800"]One does not simply get rid of Impact (Meme Font) Sbarazzarsi di Impact non è semplice[/caption]