Blog


Che si dice in giro?

Scopri cosa succede, ogni giorno, nell’universo digitale



Tutte le Novità del Web Marketing


web-marketing-novita
  • 17 marzo 2015
  • Axterisco Admin
  • News

Eccoci arrivati all'appuntamento con le ultime novità che riguardano il marketing online. Come certo saprete, infatti, il web è in costante evoluzione e mette a disposizione strumenti sempre nuovi: a noi tocca il compito di individuare questi strumenti e di sfruttarli a nostro vantaggio. Ma non dilunghiamoci oltre, e procediamo con le web marketing news.  

L'importanza delle immagini

Per aumentare l'engagement bisogna privilegiare i contenuti visual, in quanto sono più facili da capire e in grado di suscitare emozioni in maniera più diretta rispetto ad un testo scritto. Questo concetto non è sicuramente una novità. A riprova di ciò, un importante sito come Social Media Examiner ha deciso di stilare la sua guida in 11 punti su come migliorare l'engagement di una pagina attraverso contenuti visivi. Il concetto principale espresso è questo: immagini originali e coerenti - dal punto di vista cromatico - col brand rafforzano l'identità visiva del marchio stesso e generano un senso di familiarità nell'utente, incoraggiandolo alla condivisione. Fonte notizia: http://bit.ly/1u6eWti.  

Le imprese vogliono puntare sul Web Marketing

È stato reso pubblico il report relativo alla 4° edizione del Osservatorio sul Marketing B2B, realizzato da CRIBIS D&B e scaricabile - previa iscrizione gratuita - a questo link. Il dato più importante che emerge è la netta volontà, da parte degli operatori del settore Business-to-Business (B2B), di aumentare gli investimenti nel settore del web marketing. Nello specifico, ben il 59% degli interpellati ha espresso questa intenzione. Altri spunti interessanti sono:
  1. La pubblicità tradizionale è in declino, mentre la partecipazione ad eventi e fiere è ancora considerata come un’importante occasione di promozione e visibilità.
  2. LinkedIn è il Social Network più utilizzato dalle imprese per fare marketing online, anche più di Facebook.
  3. I Social sono usati quasi esclusivamente come canale di comunicazione; solo il 13% delle aziende li utilizzano come mezzi di servizio clienti.
In conclusione, possiamo affermare che spesso la volontà - da parte delle imprese - di dedicarsi al marketing online non è supportata da una conoscenza adeguata dei comportamenti da tenere in rete. Manca, insomma, la cultura di base del web marketing. Fonte notizia: http://bit.ly/1FrAM2X.  

Google premia i siti mobile friendly

Il motore di ricerca per eccellenza, Google, ha da poco annunciato una novità importante che riguarda le SERP, cioè le pagine con i risultati delle ricerche. Dal 21 Aprile, infatti, i siti leggibili anche da dispositivi mobili saranno privilegiati, ottenendo un posizionamento migliore. Si tratta di un ulteriore passo incontro agli utenti mobile - quelli che accedono tramite smartphone e tablet, per intenderci - che ormai sono considerati sullo stesso piano di quelli classici, quelli cioè che accedono da desktop. Del resto, già dallo scorso novembre il colosso americano si era mosso in questa direzione, con l’introduzione nelle SERP di un’etichetta da applicare ai siti riconosciuti come mobile friendly. In aggiunta, l'azienda con sede a Mountain View ha annunciato che dalla stessa data (21 Aprile) cominceranno ad essere indicizzate, nelle ricerche svolte su dispositivo mobile, anche pagine prese da applicazioni - a patto, chiaramente, che l’utente abbia scaricato l'app in questione. Tutto questo si traduce, per chi si occupa di web marketing, in una bella opportunità: visto il grande numero di siti (soprattutto in Italia) non ottimizzati per la fruizione mobile, esiste la possibilità di migliorare di molto il posizionamento. Fonte notizia: http://bit.ly/1zMo7Sj.  

Torna il Cluetrain Manifesto, versione 2015

new-cluetrain-manifesto-2015 Questi primi tre mesi dell’anno sono stati caratterizzati anche da un importante ritorno, quello del Cluetrain Manifesto. Fino ad oggi, con questo termine ci si riferiva al documento pubblicato nel 1999 e contenente 95 tesi che, nella visione degli autori, avrebbero dovuto guidare gli operatori della rete all'alba del terzo millennio. All'epoca, il testo ebbe notevole diffusione e le idee in esso contenute furono fonte di  dibattiti (molto celebre, ad esempio, la prima tesi: “I mercati sono conversazioni”) Ora, a distanza di 16 anni, due di quegli stessi autori sono tornati, pubblicando le nuove 121 tesi sul mondo di Internet. Questi nuovi clues (letteralmente indizi) sono più universali dei precedenti, quindi rivolti a tutti i navigatori in generale e non solo a chi desidera fare marketing. Un aspetto sottolineato sin da subito è il duplice ruolo della Rete, che possiede tante qualità positive, ma nasconde anche diversi pericoli, rappresentati da tre categorie di utenti:
  1. i Folli, cioè quelle aziende che utilizzano Internet senza comprenderne il funzionamento e le dinamiche, quindi in maniera totalmente irrazionale.
  2. i Predoni, quelli che navigano al solo scopo di “fregare” gli altri utenti e ricavare un guadagno.
  3. Noi stessi, che rappresentiamo la minaccia peggiore perché tendiamo ad uguagliarci agli altri, invece che a privilegiare ed esaltare le nostre individualità.
Per il resto, il Manifesto prosegue nella sua analisi dello stato attuale del Web, affrontando temi come le connessioni e le conversazioni tra persone, i social network, la privacy e il copyright.  Il testo integrale è disponibile a questo link. Fonte notizia: http://bit.ly/1Cad0V4.  
Vuoi restare aggiornato sul mondo del marketing?
Continua a seguirci, qui sul blog e sulla nostra pagina Facebook!