Dopo una piccola pausa, dovuta alle festività Pasquali, ritorna l’attesissimo appuntamento con le Axterisco News, la rassegna firmata da Axterisco, di tutte le novità e le tendenze che vanno per la maggiore nel World Wide Web.

Oggi torniamo a parlare di Web Design, ovvero della progettazione e dello sviluppo di siti internet.

Pronti? Via.

Accanto ai Like arrivano le Facebook Reaction

Il semplice pollicione, anche detto “mi piace”, stava cominciando a stare stretto al miliardo e più di utenti Facebook, per i quali era arrivato da tempo il momento di esprimere con forza il loro pensiero, anche avverso, a ciò che vedevano comparire sulla loro timeline.

Mark Zuckerberg, che da sempre è in ascolto dei suoi fan sparsi in tutto il mondo, ha pensato bene di dar voce anche ad emozioni diverse dal solito consenso e quindi di introdurre la possibilità di esprimere tristezza, rabbia, divertimento, sorpresa, e amore.

Come? Semplice, con la creazione delle Facebook Reactions!

Nuovi pulsanti introdotti da Facebook

Da tempo erano state avanzate richieste, inoltre, per l'introduzione di un tasto “non mi piace”, oggi egregiamente rappresentato dallo stato d'animo “sono arrabbiato”, che, in fin dei conti, non afferma che il contenuto postato non è di gradimento, ma lo fa semplicemente sottintendere.

Questa novità delle Facebook Reaction ha portato cambiamenti anche nel campo dell'analisi della fanbase.

Fino a pochi giorni fa, infatti, venivano utilizzati criteri quali: il genere, l’età, la provenienza geografica e gli interessi, mentre ora sarà possibile aggiungere anche una vera analisi del sentiment interna al social network, che possa dire qualcosa in più dell’animo degli utenti.

Profilare per Reactions darà la possibilità di individuare i trend emozionali ed entrare in sintonia empatica con l’utente. In altre parole si sta arrivando sempre più vicino a ciò che già da anni si tentava di fare, ossia, trattare il cliente da umano, con tutte sue peculiarità e con il bagaglio emozionale che porta con sé.

Google sta sviluppando una tastiera per utenti iOS

Una tastiera per iPhone e iPad è in arrivo!

Google sarebbe al lavoro da mesi per svilupparla, e il progetto comprenderebbe una serie di funzioni strutturate sui gesti. Questo significa, per esempio, che l’utente potrebbe scorrere il dito da una lettera all'altra consentendo a Google di intuire la parola che si voleva digitare. Toccando il logo si avrebbe accesso alla ricerca base sul motore mentre appositi bottoni sarebbero dedicati a immagini e Gif, forniti probabilmente attraverso “Immagini” di Google.

Anche se non sono chiari i tempi del rilascio, è evidente che una tastiera dedicata a iPad e iPhone, potrebbe incrementare ancora di più le ricerche da mobile, che hanno già superato quelle da desktop.

Il programma per l’animazione digitale Toonz diventa open source

Toonz: magari a leggerlo non vi dice niente, ma sicuramente Futurama e Studio Ghibli risulteranno nomi più significativi. Ecco, Toonz è un software per l’animazione sviluppato da Digital Video, che ha dato i natali anche a serie animate di successo, come ad esempio la sopracitata Futurama.

Software di animazione digitale BGEEK.IT

La novità degli ultimi giorni riguarda l'accordo stretto tra gli ideatori di Toonz e l'editore giapponese Dwango. Un accordo di acquisizione che prevede la messa online una piattaforma basata su Toonz che sia, però, OpenSource.

Tutto questo offre all'industria dell’animazione diversi servizi, quali commissioning, installazione e configurazione, formazione, supporto e personalizzazione e, contemporaneamente, consente alla comunità degli animatori di utilizzare gratuitamente un software allo stato dell’arte della tecnologia.

Le ultimissime dal mondo del Web Design sono terminate.
Sei pronto a coglierne il meglio? Noi di Axterisco siamo qui per aiutarti!
Contattaci