La fine dell’anno è da sempre periodo di bilanci e conclusioni, e per noi di Axterisco, è fondamentale analizzare l’andamento del nostro settore, tirando le somme sull’anno appena trascorso. In questo senso, ci viene incontro l’Osservatorio E-commerce B2C pubblicato da School of Management del Politecnico di Milano: un documento che ogni anno, fornisce dati e statistiche sui trend delle vendite online nel nostro Paese.

Le informazioni da esaminare sono tantissime ma, in questo articolo, cercheremo di focalizzarci solo su quelle più significative, rimandando alla curiosità dei lettori un’analisi più approfondita del documento.

Partiamo subito da un dato: nel 1999 l’e-commerce B2C valeva in Italia circa 100 milioni di euro, mentre nell’ultimo anno ha quasi raggiunto i 32 miliardi.

Ad oggi, l’acquisto di prodotti vale 18,1 miliardi di euro (+21% sul 2018), con risultati positivi nel settore dell’informatica, dell’elettronica e dell’abbigliamento, mentre quello dei servizi pesa ben 13,5 miliardi (in crescita di 1 miliardo pari all’8%), con in vetta alla classifica dei servizi più richiesti, l’acquisto di biglietti di treni e aerei, le prenotazioni di hotel e case vacanze e le assicurazioni.

Un altro valore sorprendente, che merita senz’altro una riflessione, è l’importanza crescente del settore e-commerce, il quale rappresenta ad oggi il 65% dello sviluppo (online e offline) del comparto Retail in Italia. Gli acquisti online crescono, infatti, del 15% mentre i consumi complessivi sono sostanzialmente stabili.

Un dato su cui vale la pena soffermarsi riguarda i dispositivi preferiti per gli acquisti online, un campo in cui lo smartphone acquisisce sempre più rilevanza, salendo al 40%, a discapito del personal computer che si attesta intorno al 55%, e del tablet che resta stagnante al 5%. Una classifica che lascia poco spazio ai dubbi, e che prospetta per lo smartphone un futuro da leader incontrastato nello shopping online.

 

In conclusione, nel 2019 l’incidenza dell’e-commerce B2C sul totale delle vendite in Italia è passata dal 6,5 al 7,3%, con una ancora significativa differenza tra prodotti (6%) e servizi (11%).

 

Questo breve report ci deve portare a comprendere quanto sia indispensabile una rivisitazione dei nostri processi di Business. Siano essi prodotti, servizi o altro, in futuro sarà fondamentale scegliere il giusto Partner per la digitalizzazione della tua attività. E noi di Axterisco siamo qui per questo.