Le previsioni 2019 per il mercato Adv? Secondo l’ultimo studio della società newyorkese Magna, il futuro prossimo del mondo dell’advertising internazionale è più che sereno, con una crescita prevista del 7,2%.

Si tratta del tasso di crescita più forte per il settore dal 2010 e il secondo più forte dal 2004, con un importo che sfiora i 552 miliardi di dollari.

Un futuro roseo dove a farla da padrone sarà principalmente l'Adv digitale, che subirà una vera e propria esplosione, raggiungendo già nel 2019 la metà della spesa pubblicitaria complessiva a livello mondiale.

In particolare, saranno i mercati adv cinesi il vero e proprio motore della crescita (+12%), seguiti dai russi e dagli indiani (entrambi a +14%); bene anche gli USA (+7,5%), mentre l'Europa Occidentale registrerà un aumento più contenuto (+4,8%).

Una condizione di lieve ribasso rispetto al 2017, dovuta probabilmente all'introduzione dalle nuova normativa europea sulla Privacy (il famigerato GDPR) e al clima di incertezza che si respira tra gli inserzionisti. Un trend comunque molto positivo, su cui influiscono prevalentemente i social media (+33%) e i formati video (+29%).

Un altro dato da tenere in considerazione è la crescita delle vendite pubblicitarie via mobile: con una percentuale del 62%, gli smartphone dimostrano la loro superiorità rispetto all’adv via desktop, confermandosi come device preferito dagli utenti per lo shopping online.

 

 

Le previsioni per il 2019 in Italia

Tra i Paesi considerati nello studio di Magna c’è ovviamente anche l’Italia. Nel nostro mercato, la società prevede una crescita del 3,4% della spesa pubblicitaria complessiva, in aumento rispetto al +2,2% registrato nel 2017. Una prospettiva più che positiva che conferma la tendenza degli ultimi anni.